Il pilota varesino si conferma con maestria: è la sua terza volta nel Rally Internazionale di Sicilia. Spettacolare sfida con Giandomenico Basso e Lorenzo Granai, poi secondi. Grande abbraccio di pubblico a Termini Imerese e Campofelice di Roccella per gli arrivi e su tutte le prove speciali. Nucita primo dei siciliani, Runfola nella CRZ. Nello storico successo per Totò Riolo e Maurizio Marin; nella regolarità brindano Verdona e Concari.

Andrea Crugnola alza al cielo la 108^ Targa Florio. Il pilota varesino, navigato da Pietro Elia Ometto su Citroen C3 Rally2, ha conquistato per la terza volta in carriera l’evento organizzato dall’Automobile Club Palermo con il diretto supporto dell’Automobile Club d’Italia grazie ad una prestazione maiuscola che lo ha visto porre il sigillo su sette delle nove prove speciali in programma.

Sul palco d’arrivo a Termini Imerese, Crugnola è stato accolto dal fragoroso ed appassionato applauso del pubblico siciliano che ha seguito la corsa sin dalla partenza in Piazza del Parlamento a Palermo con la presenza del Delegato e Fiduciario Regionale ACI Sport Sicilia Daniele Settimo, del Sindaco Roberto Lagalla e del Commissario Straordinario dell’AC Palermo Giovanni Pellegrino. A festeggiare i vincitori sul palco anche l’Amministrazione termitana con la Prima Cittadina Maria Terranova e Marco Rogano, Direttore Generale di ACI Sport.

Un’edizione indimenticabile della Targa Florio con oltre 170 concorrenti al via e quattro validità tricolori: il Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco, il Campionato Italiano Rally Auto Storiche, il Campionato Italiano Rally di Regolarità e la Coppa Rally di 9^ Zona, tutte con validità per il Campionato Siciliano, la serie sostenuta dalla Delegazione ACI Sport Sicilia.

Il successo di Crugnola è stato tutt’altro che scontato, dato che la 108^ edizione della leggendaria corsa siciliana si è vissuta sul confronto uno contro uno tra il vincitore e Giandomenico Basso, con Lorenzo Granai, su Toyota GR Yaris Rally2 arrivati sull’isola da capoclassifica. I due fuoriclasse si sono inseguiti lungo tutti gli oltre 103 chilometri competitivi in programma entusiasmando il pubblico sulle prove e le migliaia di appassionati collegati alle live streaming ed alle dirette TV. Il distacco è rimasto a lungo racchiuso in una manciata di secondi, ma una sbavatura di Basso sulla PS6 si è rivelato essere l’episodio decisivo, con Crugnola che ne ha quindi approfittato per allungare andando alla fine a vincere con 15.9 secondi di margine.

“Vorrei dedicare questa vittoria alla mia compagna Marina, che domani festeggia la sua prima festa della mamma ed a mio figlio Riccardo. È stato un weekend positivo, ho fatto lavorare i ragazzi di FPF Sport più del solito ma sono stati fantastici. Ringrazio tutti i miei partners, Sparco, Pirelli e tutti quelli che ci hanno sostenuto” le parole di Crugnola al traguardo.

Terza posizione per Simone Campedelli e Tania Canton su Skoda Fabia RS Rally2. Il pilota cesenate ha disputato una gara costante e matura che gli ha permesso di entrare ancora più in sintonia con il pacchetto tecnico, togliendosi la soddisfazione di vincere anche la PS8 “Scillato-Polizzi/2” in quello che è risultato essere uno dei templi della passione di questa edizione, con il centro di Polizzi Generosa che per due giorni è diventato fulcro dell’azione sportiva.

Al quarto posto Giacomo Scattolon e Gabriele Zanni (Citroen C3 Rally2) che hanno conquistato la classifica del Campionato Italiano Rally Promozione, mentre al quinto posto si sono classificati Boštjan Avbelj e Damjan Andrejka (Skoda Fabia RS Rally2) con 45.1 secondi di distacco.

Gara tosta per i colori siciliani, con Andrea Nucita che è risultato il primo pilota di casa al traguardo su Hyundai i20 N Rally2 navigato da Mattia Cipriani. Il messinese ha chiuso al nono posto un rally dove molto onestamente ha ammesso di non essere riuscito a trovare quel feeling magico che gli avrebbe permesso di spingere più forte.

Poco più dietro, in undicesima posizione, la Skoda Fabia Rally2 Evo del cefaludese Marco Runfola e Sergio Raccuia che hanno così conquistato la vittoria nella Coppa Rally di 9^ Zona. Seconda posizione per il madonita di Polizzi “Pinopic” e Gianfrancesco Maria Rappa su Skoda Fabia Rally2 Evo, mentre al terzo posto sono arrivati il giovanissimo nisseno Giuseppe Nicoletti e Claudio Palermo su Peugeot 208.

Applausi anche per Rachele Somaschini e Nicola Arena (Citroen C3 Rally2). La pilota milanese ha conquistato la classifica femminile sostenuta dal pubblico siciliano fin sul traguardo dove la driver lombarda ha potuto così sottolineare anche lo scopo benefico legato al suo impegno sportivo, a favore della Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica. Sul podio anche la friulana Arianna Doriguzzi con Elena Sica (Skoda Fabia Rally2 Evo) e la salentina Sara Carra con Sara Torielli su identica vettura.

Sorprese anche nel Campionato Italiano Rally Auto Storiche, alla fine ha vinto Salvatore “Totò” Riolo, navigato da Maurizio Marin, su Porsche 911 RS. Il pilota di Cerda ha conquistato il quinto successo nell’amata gara di casa confermando sempre la sua poliedricità. La prima parte della corsa aveva visto un confronto a tre di grandissima intensità tra Riolo, Pierluigi Fullone con Alessandro Failla (BMW M3) e Natale Mannino con Giacomo Giannone (Porsche 911 SC) scambiarsi ripetutamente le posizioni.

Riolo ha dato poi la sua zampata vincente nel corso della seconda giornata, scappando in testa e costruendosi una leadership inattaccabile che lo ha visto chiudere con un buon vantaggio davanti a Lucio Da Zanche e Daniele De Luis (Porsche 911 RS), primi nel 2° Raggruppamento, ed i campioni in carica Matteo Musti e Francesco Granata (Porsche Carrera RS). A Riolo anche il successo nel 4° Raggruppamento.

Peccato per Mannino fermo per una rottura sulla PS8 quando primeggiava in Raggruppamento e per Fullone uscito di scena per noie meccaniche sull’ultima prova. Ad Attilio Modica e Calogero Messineo, su Porsche 911 RS, il successo nel 3° Raggruppamento, mentre l’emiliano Giuliano Palmieri e Lucia Zambiasi (Porsche 911 SC) hanno fatto loro il 1° Raggruppamento festeggiando sul podio di Campofelice di Roccella dove il Sindaco Giuseppe di Maggio ha fatto gli onori di casa.

Anche il Campionato Italiano Rally di Regolarità ha festeggiato i vincitori a Campofelice di Roccella. A conquistare l’alloro nella categoria 60 sono stati Paolo e Fabio Verdona su Peugeot 205 GTI 1.6. L’equipaggio, uno dei protagonisti della specialità, ha preceduto Ermanno Giorgio Keller con Marianna Ambrogi su Audi Quattro. Terza piazza per Andrea Christian Baumler e Jaqueline Knirlberger su Porsche 944 Turbo della MSC Guterslo Germany. In gara anche il Presidente dell’Automobile Club d’Italia Ing. Angelo Sticchi Damiani, che occupava un ottimo secondo posto assoluto ma si è dovuto fermare negli ultimi frangenti della prima giornata.

Nella categoria media 50 nuovo assolo di Paolo Concari e Marco Frascaroli, su Lancia Delta HF 4WD che hanno resistito ad un ottimo ritorno di Marco Gandino ed Enrico Merenda, su Autobianchi A112 Abarth 70 HP della medesima scuderia. Al terzo posto Vittorio Catanzaro e Anna Maria Beneduce su Mazda 323fF.